Padre Pio e gli artisti

Attori, cantanti e artisti di vario genere si recarono a San Giovanni Rotondo per conoscere Padre Pio.

di Rosario Carello

Gli attori e Padre Pio. O forse dovremmo dire: gli attori “da” Padre Pio. Tra gli anni ‘50 e ‘60 i divi del cinema e quelli del piccolo schermo discutevano molto del santo di Pietrelcina. «Tu ci credi?», era la domanda ricorrente tra loro, teologicamente impropria ma umanamente comprensibile.

Carlo Campanini con Padre Pio negli anni ’60

«Senti, Carletto, io non posso venire da Padre Pio», disse una volta Totò a Carlo Campanini, grande attore e figlio spirituale del santo di Pietrelcina. «E sai perché?», aggiunse. «Perché non sono ancora preparato. Ho certi appetiti che non posso scacciare da me. Quando cesseranno, allora ci verrò». Una frase che rivela il profondo esame di coscienza che aveva fatto, la serietà con cui guardava a Padre Pio ma anche l’illusione folle di avere tutto il tempo davanti.

Come Totò, fece Walter Chiari. A raccontarlo è sempre Campanini: «Per tre volte siamo partiti insieme per andare a San Giovanni Rotondo, ma arrivati a Foggia, Walter scappava via. Diceva: “so che se vengo lassù devo cambiare vita, e non sono ancora capace di farlo”». Avevano paura? Sì, ma più che il timore, colpisce il bisogno, insoddisfatto, di incontrare Dio.

Quel che è certo è che San Giovanni Rotondo appariva comunque una porta d’accesso al mistero, un luogo dove fare esperienza di fede. Ma mica tutti gli artisti hanno avuto paura. Lucio Dalla, per esempio, ci veniva da piccolo con la mamma, originaria di Manfredonia, e ha continuato a tornarci da adulto [dopo la morte di Padre Pio, ndr.]. Lo ha raccontato proprio lui.

Una Messa e due fiori per Titina

Superò ogni timore anche una donna dal cognome famosissimo, che tutti però indicavano col solo nome. Destini di famiglia, accadeva anche con i fratelli: Peppino ed Eduardo De Filippo. Lei era Titina, di cui Eduardo scrisse: «Era tutt’uocchie. E che voce! No pè cantà, badate, ma pè parlà». La voce e gli occhi di Filumena Marturano e di tanti personaggi, che hanno strappato applausi, viaggiato e visto ogni angolo del pianeta.

Titina De Filippo

Ma alla chiusura del sipario, Filumena Marturano ritornava Titina. E Titina aveva i suoi problemi, come tutti. Per esempio, di salute. Nel 1958 decise di andare a bussare da Padre Pio e ad accoglierla trovò P. Pellegrino Funicelli da Sant’Elia a Pianisi. Lettore forte, uomo colto, appassionato di arte e cultura, P. Pellegrino conosceva il lavoro degli artisti e ascoltò con partecipazione la grande attrice. Lei capì che poteva fidarsi e si aprì: «Padre, sto poco bene, vorrei parlare con Padre Pio perché ho bisogno di una preghiera e di una benedizione».

Il P. Pellegrino prese a cuore la causa, tanto da supplicare il santo confratello perché intervenisse. L’incontro fu familiare: Padre Pio ascoltò Titina e promise di pregare, poi la salutò e fece per andare, ma si fermò a metà strada per tornare indietro e salutarla di nuovo. Delicatezze.

Soffrì molto, P. Pellegrino, quando seppe che per lei non si poteva fare nulla: ma come può Dio rifiutare questa guarigione? Come puoi tu, P. Pio, non riuscire a ottenerla, a strapparla, pensò e disse, in giorni drammatici nei quali si scontrò con il mistero della malattia, dei miracoli, delle grazie che arrivano oppure no. Padre Pio provò a fargli comprendere che c’è un progetto d’amore di Dio, anche quando il dono della guarigione non arriva. Parlarono a lungo.

Un giorno, conoscendo la sua passione per l’arte, Padre Pio gli chiese di recitargli qualcosa, e lui scelse proprio un brano di Filumena Marturano, quello nel quale, sotto lo sguardo della Madonna di una delle edicole mariane nel cuore di Napoli, decide di tenersi il figlio. Il Santo lo ascoltò con attenzione e apprezzò molto: «Se ammiri questi attori per pagine così belle, hai tutta la mia stima. Bravo!».

Poi, nel 1963, Titina morì. Fu P. Pellegrino a dirlo a Padre Pio e aggiunse: «Ho intenzione di andare sulla sua tomba per portarle un fiore». «Dille una Messa», lo interruppe brusco il confratello. «L’ho già fatto», rispose. «Bene Pellegrino, di fiori, allora, portane due, uno per te, uno per me».

Un attore e un frate

Uno degli ultimi incontri di Campanini con P. Pio

Un posto speciale occupa il già citato Carlo Campanini che gli s’inginocchiò davanti quando lo vide per la prima volta e andò a piangere nell’orto del convento subito dopo l’assoluzione. Fu lui a portare a San Giovanni Rotondo tanti colleghi e a tutti raccontò la sua esperienza. Credente appassionato, inserì la Messa quotidiana tra gli impegni della giornata e chiese di essere seppellito proprio a San Giovanni Rotondo, nella terra dove riposa il suo amato Padre spirituale.

[…]

(Fonte: Voce di Padre Pio, 04-2018)


Raccolta fondi straordinaria dal 19 al 28 febbraio 2021

Carissimi devoti e figli spirituali di Padre Pio,

ci è giunta una richiesta d’aiuto economico da parte di una famiglia che deve far fronte ad alcune spese entro la fine del mese

Come sempre la nostra redazione ha dato quanto poteva, ma da sola non è sufficiente.

Vi chiediamo di aiutarci ad aiutare questa famiglia in difficoltà, o almeno di dire una preghiera affinché possa riuscire a far fronte alle spese in scadenza.

Vi ringraziamo per il vostro aiuto (sia materiale che spirituale) da parte di quella famiglia, anche da parte nostra, e vi ricordiamo che ogni giorno — in modo particolare la domenica — preghiamo per le intenzioni dei benefattori del nostro blog e di nostri amici e fratelli che domandano il nostro aiuto.

Che il Signore, per intercessione di San Pio da Pietrelcina, vi ricompensi 100 volte tanto in questa e nell’altra vita!

PS: Per chi volesse avere maggiori informazioni ci scriva qui.

Cliccare sull’immagine per le donazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...