Un consiglio per le Filippine

Padre Alberto D’Apolito, “Padre Pio da Pietrelcina. Ricordi – Esperienze – Testimonianze, pp. 212-215”.

Il cardinale Egidio Vagnozzi, Presidente della Prefettura degli Affari economici della Santa Sede, e l’Arcivescovo Mons. Giuseppe Caprio, Sostituto della Segreteria di Stato, venuti a San Giovanni Rotondo, vollero concelebrare nella Cripta, dov’è sepolto Padre Pio. Dopo la Santa Messa furono invitati dal Superiore del convento ad una piccola colazione nel refettorio dei Frati. Eravamo parecchi Religiosi a tenere loro compagnia. Io rivolsi la parola al Cardinale Vagnozzi: «Eminenza, lei ha conosciuto Padre Pio, o è la prima volta che viene a San Giovanni Rotondo?».

Il Cardinale: «Sono venuto altre volte, ma sempre in forma privata, anzi in incognito. La prima volta venni da Padre Pio, quando ero Nunzio Apostolico nelle Filippine. Padre Pio, appena mi vide, mi salutò “Eccellenza”. Io rimasi sorpreso, perché nessuno sapeva della mia dignità vescovile e della mia venuta a San Giovanni Rotondo. In qualità di Nunzio Apostolico, mi trovavo in una situazione molto delicata, per cui ero angustiato come comportarmi dinanzi a certi abusi, senza suscitare una reazione spiacevole da parte dell’Episcopato di quella nazione. Ritornato a Roma, riferii ogni cosa al Papa Pio XII il quale, dopo di avermi ascoltato, mi consigliò di venire da Padre Pio. Il suggerimento mi sembrò strano. Che cosa poteva dirmi Padre Pio, un frate sempre chiuso in un convento, privo di contatto col mondo e con la diplomazia? Venni a San Giovanni Rotondo, esposi il caso a Padre Pio, che mi ascoltò con attenzione e con bontà e poi con grande umiltà mi disse: “Eccellenza, lei è Nunzio Apostolico nelle Filippine?”. “Per l’appunto”. “Chi l’ha mandato nelle Filippine?”. “Il Santo Padre, il Papa”. “Chi è il Papa?”. “Il Vicario di Cristo”. “Dunque, l’ha mandato Nostro Signore Gesù Cristo nelle Filippine. Lei è il rappresentante non solo del Papa, ma di Cristo. Se Cristo andasse nelle Filippine e notasse abusi ed inconvenienti, notati da Lei, che cosa farebbe? Faccia anche lei ciò che farebbe Nostro Signore”. Ritornato a Roma, riferii al Santo Padre le parole di Padre Pio. Il Papa mi disse di attenermi al consiglio di Padre Pio. Infatti rientrato nelle Filippine, mi comportai secondo il consiglio del venerato Padre e tutto andò bene».

(fonte: settimanaleppio.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...