“Sì, sarà sacerdote”

di Padre Paolo Covino, “Ricordi e testimonianze”, pp. 25-26.

Mia madre, la cui vita timorata ha conosciuto soltanto sacrifici, casa e chiesa, in cuor suo soleva spesso alzare gli occhi al Cielo e pronunciare la sua offerta: «Madonna mia – supplicava – se tu lo vuoi, offro a te questo figlio». Un bene senza prezzo di cui soltanto poche mamme sanno privarsi.  Fu di parola.

foto fr. Paolo 2
Padre Paolo Crovino

Ad un mese dalla nascita (2 febbraio 1919), festa della Presentazione di Gesù al Tempio, nella antica chiesina di San Giacomo, mamma Assunta rinnovò l’offerta: «Madonna mia, mamma mia, se lo vuoi ti offro di cuore questo figlio», e non fece più parola.

D’estate venni portato in Convento e, come era costume in paese, fui benedetto da Padre Pio. Poggiata la mano piagata sul capo, il Padre esclamò: «Auguri santi, signora», suggerendo poi le prime devozioni.

Per essere poi un buon chierichetto occorreva saper servire la Messa e zia Felicia, la sorella di mamma Assunta, si fece carico di prepararmi a dovere, non tralasciando di unire il Rosario e di farmi frequentare il Convento.  Fu l’occasione perché in me sbocciasse la vocazione alla vita religiosa. Era ovvio, però, che si chiedesse prima il parere a Padre Pio il quale, più volte sollecitato, fu esplicito: «Sì, arriverà al sacerdozio».

Il responso, tuttavia, rimase un geloso segreto tra mamma Assunta e zia Felicia (Terziarie francescane) che dopo l’Ordinazione sacerdotale sentii esclamare: «Ora possiamo morire contente: si è avverata la profezia fatta da Padre Pio dodici anni fa». Insieme avevano avuto la costanza di tenermi al buio di questo fatto per lunghi anni.

La mia Ordinazione avvenne il 21 marzo 1942 per mano del Vescovo Mons. Secondo Bologna, il quale morì nel 1943, durante la Guerra Mondiale, nella cappella del Seminario, al primo colpo di cannone sparato dagli americani su Campobasso. Si era offerto vittima per la città.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...