La carità di Gesù

di Padre Costantino Capobianco, “Detti e aneddoti di Padre Pio”, pp. 89-90.

Non ricordo neppure la data approssimativa. Posso assicurare, però, che particolarmente incaricati per Padre Pio erano Padre Eusebio da Castelpetroso e Padre Carmine da Casacalenda.

dd7d2521ebd83e914027269a7727ee7aIl Padre stava a letto, e noi (i due or ora nominati ed io) ci trattenevamo ancora nella sua camera, in attesa che cominciasse a prender sonno. Viene lì un nostro confratello che aveva fatto qualche torto non leggero al Padre, s’inginocchia accanto al letto, gli sussurra qualche parola che io non sentii, poi gli chiede la benedizione. Padre Pio, come se non ci fosse stato mai nulla, si lasciò baciare la mano e lo benedisse, posandogli la mano sul capo, come usava con tutti.

Uscito quel Frate, Padre Eusebio non poté trattenersi dall’esclamare: «Padre, se non è Santo lei, vuol dire che Santi non ce ne sono!». Qualcuno potrebbe chiedermi: “Ma il Padre sapeva?…”. Certamente sapeva; ma egli, così ardente di carità, aveva un programma che un giorno confidò alla signora Nina Benvenuto in Panicali: «Non tramonta il sole, senza che Padre Pio abbia perdonato».

Ecco il segreto! La carità insegnataci da Gesù, praticata fino all’eroismo. La carità, praticata secondo la norma della Sacra Scrittura: «Sol non occidat super iram tuam» [«Non tramonti il sole sopra la tua ira», Ef 4,26].

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...